Sbarco in Normandia, il 70° anniversario

di
Un momento dello Sbarco in Normandia

Un momento dello Sbarco in Normandia

Sulla spiaggia di Omaha Beach la risacca del mare è eco della Storia: racconta la più grande invasione anfibia di sempre, lo Sbarco in Normandia. Settanta anni dopo quel 6 giugno del 1944, il mondo si ferma per ricordare.

Là, sul lembo di terra francese dove giovani imberbi lasciarono la vita per liberare l’Europa, oggi si ritroveranno i capi di stato e di governo le cui nazioni furono coinvolte nella Seconda Guerra Mondiale.

Così, a fare gli onori per rendere onore ai caduti, ci sarà François Hollande. Il presidente transalpino aprirà orgoglioso la cerimonia del settantesimo anniversario dello Sbarco in Normandia.

Accoglierà il sorriso sempre uguale di Barack Obama: il numero uno degli Stati Uniti – la nazione che più di ogni altra contribuì alla sconfitta del nazismo – sarà, come nelle ricorrenze precedenti, l’ospite d’onore.

Holande stringerà poi la mano grinzosa di Elisabetta II, in rappresentanza della Gran Bretagna. E dopo quella fredda di Vladimir Putin, invitato di circostanza in rappresentanza di quell’Unione sovietica che non partecipò allo Sbarco in Normandia ma che durante il secondo conflitto mondiale sacrificò milioni di giovani vite.

Sul palco degli invitati, insieme agli altri 17 capi di stato e di governo, siederà anche lei, Angela Merkel – epigono distorto di quella “razza superiore” che in poco più di vent’anni del Novecento ha scatenato due conflitti mondiali per tenere fede a quell’idea ancora molto attuale di dominare l’Europa.

Nemici di ieri, alleati veri e presunti di oggi ricorderanno in lingue diverse, insieme a 1800 veterani, lo Sbarco in Normandia riassumendolo nel famoso motto: “No more”, un “Mai più” di circostanza per telecamere e microfoni da trasmettere in tutti i telegiornali in ogni angolo del mondo.

Poi, per videocamere e macchine fotografiche, getteranno a mare fiori intrecciati: simbolo labile che le onde del mare sfiniranno e solo qualche lembo restituiranno come il 6 giugno del 1944 quando i corpi degli Alleati, crivellati dalle mitragliatrici tedesche, toccarono Omaha Beach e le altre quattro spiagge della più grande invasione anfibia di sempre: lo Sbarco in Normandia.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Sbarco in Normandia, il 70° anniversario"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...