Le Conquet, ultimo villaggio della Bretagna

di
Le Conquet, Bretagna © Tourisme le conquet

Le Conquet, Bretagna © Tourisme le conquet

Una fila di case in pietra grigia strette a sé disegnano l’orizzonte di Le Conquet, l’ultimo villaggio della Bretagna. Le guardo riflesse nella rada naturale che ne è il porto, e da cui ogni giorno partono le navi dei pescatori e i traghetti per l’isola di Ouessant.

Definita “Eau profonde” per le sue acque, la baia permette alle imbarcazioni di attraccare anche durante la bassa marea. Nel XVII secolo, questo bacino aveva più traffico di Brest, superava Bordeaux per il commercio del vino e Guerande per il sale.

Oggi Le Conquet è solo un lembo di terra ferma nel dipartimento del Finistère, il più a ovest della Francia continentale, dove vivono circa 2.691 abitanti. E ogni tanto arriva qualche viaggiatore straniero.

Abitata sin dall’antichità, questa zona ha in Konk-Léon (ansa di Leon in bretone) il suo nome originale. Il porto del paesino appare per la prima volta tra le pieghe della storia intorno al XIII secolo. Poi, fino al XV viene registrato sugli annali di infinite guerre contro gli inglesi.

Di quel periodo turbolento, vissuto tra battaglie, scontri, combattimenti a Le Conquet resta la Maison des Seigneurs: è una casa fortificata riconoscibile dalla tipica torre a strapiombo sulle acque dabbasso. Oggi un mini albergo di tre stanze soltanto.

Un’altra, tra le abitazioni più caratteristiche del villaggio, che ho visto prima mentre lo attraversavo, è La Casa Inglese o degli Inglesi. È chiamata così perché sarebbe uno degli otto edifici originali non distrutti durante un saccheggio dei britannici a metà del XVI secolo.

Oggi, Le Conquet gode di un clima temperato e di una tranquillità invidiabile, rotta solo dai rintocchi delle campane della chiesa di Sainte-Croix.L’edificio religioso in stile neo-gotico è stato costruito da Joseph Bigot (1807-1894).

Davanti alle sue mura scrostate di salsedine c’è una statua con la scritta “Aux morts pur la Patrie”, e l’elenco dei cittadini morti in difesa della Francia durante la Seconda Guerra Mondiale.

Attorno al villaggio si trovano il faro e il forte di Kermorvan dove oltre c’è la Plage des Blancs Sablonsla, la grande spiaggia di sabbia bianca. Se si prosegue verso nord, si scorge anche il forte dell’Îlette. Laddove sto andando ora.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Le Conquet, ultimo villaggio della Bretagna"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...