Cimitero americano di Normandia, monumento alla memoria

di
Cimitero americano in Normandia

Cimitero americano in Normandia

Tra le 9387 croci bianche del cimitero americano in Normandia, il vento è un soffio lieve che racconta la storia: qui, a Colleville-sur-Mer, su settanti ettari donati dalla Francia agli Stati Uniti, sono sepolti molti degli uomini che nel 1944 morirono durante il più grande sbarco della storia.

Alcuni di loro toccarono terra là, sotto questa scogliera, su quella spiaggia conosciuta come Omaha Beach, dove tra le cinque disegnate dai piani strategici degli Alleati, caddero falciati dal fuoco incrociato del nemico. Fu un massacro.

Due giorni dopo lo sbarco in Normandia, l’8 giugno 1944, l’esercito americano realizzò in modo provvisorio il primo cimitero statunitense della II guerra mondiale in terra europea nel paesino di Saint-Laurent-sur-Mer.

Solo alla fine del conflitto, ne fu costruito un altro a est del villaggio. L’incarico di edificare il nuovo complesso con un monumento alla memoria fu affidato allo studio di architettura Harbeson, Hough, Livingston & Larson, e al paesaggista Markley Stevenson.

Ultimata e aperta al pubblico nel 1956, la struttura ospita ogni anno un milione di visitatori: per questo motivo il cimitero in Normandia è il luogo di sepoltura americano più frequentato da turisti.

Il 6 giugno 2007 è stato aperto un centro per i visitatori. In una delle sale della struttura vengono ripetuti all’infinito i nomi di tutti i soldati sepolti. Gli Stati Uniti hanno speso oltre trenta milioni di dollari per ricostruire le immagini dei vari momenti dello sbarco.

Sul lato est del cimitero americano di Normandia c’è un giardino semicircolare, delimitato da un muro. Lì si trovano le targhe dei 1557 soldati dispersi o non identificati. Oltre, appare il Memoriale con colonnato con due logge.

Al loro interno, due illustrazioni rappresentano le operazioni belliche del D-Day. Al centro del semicerchio si alzano i sei metri bronzei della statua realizzata da Donald De Lue che raffigura The Spirit of American Youth Rising from the Waves.

Guardando dal Memoriale verso ovest si vede lo specchio d’acqua, dietro a cui si distendono le 9387 croci bianchissime, perfettamente allineate su una distesa verdeggiante e curatissima, simile a un prato inglese.

La cappella, vicino a cui sono poste due figure allegoriche rappresentanti la Francia e gli Stati Uniti d’America, è al centro del cimitero americano di Normandia, allineata alla scultura bronzea.

Ogni giorno, alle 16.30, c’è la cerimonia delle bandiere: quella statunitense viene ammainata e piegata al suono dell’inno nazionale – l’unico momento in cui i morti sembrano ridestarsi dal loro sonno eterno.

I commenti all'articolo "Cimitero americano di Normandia, monumento alla memoria"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...